Denise Pipitone, nuovi scenari: il caso non è chiuso, le indagini continuano

Novità sulla piccola Denise Pipitone, nuovi scenari: il caso non è ancora chiuso, le indagini continuano. I dettagli della vicenda

Denise Pipitone
Denise Pipitone Foto da Instagram)

Sono oltre 17 anni che Piera Maggio – madre della piccola Denise Pipitone – non si arrende davanti alla scomparsa della sua piccola bambina. Sono oltre 17 anni che Piera combatte senza paura. Sono oltre 17 anni che Piera continua a sperare.

Quel terribile 1° settembre 2004 ha devastato la vita di una famiglia e di una madre che non si da pace. Denise aveva solo quattro anni quando è scomparsa nei pressi della casa di sua nonna. Misteriosamente e senza lasciare alcuna traccia.

Da quel momento ogni minimo indizio è stato preso in considerazione, ogni piccolo segnale ha dato speranza a Piera. Speranza di riabbracciare sua figlia che le è stata portata via senza un motivo. Ingiustamente.

Le indagini su Denise non si arrestano mai…

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Piera Maggio♡ Official Account (@missingdenisepipitone)

Proprio negli scorsi giorni, però, la Procura di Marsala ha archiviato l’inchiesta nei confronti dell’ex moglie del padre biologico di Denise, Anna Corona e di Giuseppe Della Chiave. Ciò che conta è che il caso non è stato chiuso.

Ci sono ancora molti elementi da tenere in considerazione e da indagare in maniera approfondita. Piera Maggio non è sola in questa battaglia. Ha al suo fianco l’avvocato Frazzitta che sta continuando a cercare per ottenere quanto prima giustizia.

Una verità che sembra così lontana e così difficile da raggiungere per la famiglia di Denise. Stando a quanto riportato, archiviare il caso non significa abbandonare ogni speranza o concreta possibilità di far luce sull’andamento dei fatti. 

La magistratura, infatti, continuerà a lavorare ininterrottamente sul caso di Denise Pipitone laddove auspicabilmente emergano ulteriori elementi suscettibili di approfondimento investigativo per comprendere cosa sia accaduto a Denise e perseguire penalmente i responsabili del suo sequestro.

LEGGI ANCHE –> Covid, cambia tutto: se avete questi sintomi dovete fare subito un tampone. I dettagli

LEGGI ANCHE –> Santo Stefano, la storia di una festività che non tutti conoscono. Tutti i dettagli

Sono momenti molto duri per Piera Maggio. Comprensibile il suo stato d’animo e la sua paura. Comprensibili i suoi continui appelli anche sui social, dove in modo infaticabile è alla ricerca della verità e della giustizia in cui ancora crede fermamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.