Allerta alimentare, pericolo incombente nei supermercati: fate molta attenzione!

Nuova allerta alimentare da parte del Ministero. Sotto esame alcuni lotti di un alimento che usiamo ogni giorno. Meglio usare tutte le precauzioni necessarie anche se si tratta solo di alcuni lotti in commercio.

Supermercato (Facebook)
Corsia di un supermercato immagine di repertorio (Facebook)

Altra allerta alimentare da parte del Ministero della Salute. La nota è apparsa sul sito alcuni giorni fa e riguarda un cibo di uso comune, che usiamo praticamente quasi ogni giorno. Anche per questo l’attenzione deve essere massima, per non correre rischi.

Il richiamo risale al 15 novembre e coincide con il giorno in cui sono stati eseguiti i controlli sui lotti, poi risultati contaminati e a rischio per la salute. Un avvertimento da non prendere sottogamba. Già in passato ci sono stati altri casi di ritiri, sempre per lo stesso tipo di prodotto e sempre per lo stesso motivo, anche se a cambiare era ovviamente il produttore.

Il consiglio, per tutti i consumatori, è quello di riportare le confezioni in oggetto al punto vendita di origine. Non è specificato se sarà presente un rimborso o una sostituzione, visto che la valutazione spetta all’azienda della grande distribuzione.

Allerta alimentare: i lotti interessati dal richiamo

Come detto, il richiamo risale al 15 novembre scorso e interessa il prodotto denominato uova fresche cat.A, di un’azienda italiana, come si legge dal comunicato in basso dal sito ufficiale del Ministero della Salute.

Richiamo allerta (Ministero Salute)
Richiamo alimentare uova (Fonte Ministero Salute)

Il marchio di identificazione dello stabilimento/produttore è IT 061003 – IT T8B20CE, il nome o ragione sociale dell’OSA è quello riportato sopra. Da specificare che i prodotti di quest’azienda sono sicuri e non dannosi per la salute di chi li acquista. E che il ritiro riguarda solo alcuni lotti che sono i seguenti: 21-23-24-28-29/11 con data di scadenza 21-23-24-28-29 novembre 2021, relativi alle confezioni da 6 e 30 uova e 1-5-7-8-10/12 con scadenza il 1-5-7-8-10 dicembre 2021, sempre relativi alle confezioni da 30 e 6 uova.

L’allerta è stata necessaria per un rischio microbiologico, sul comunicato ministeriale si legge che “I lotti si riferiscono esclusivamente alle uova che riportano sul guscio il seguente codice: 3IT004CE001D“. Quindi assolutamente non a tutti gli altri lotti e prodotti dell’azienda che restano sicuri. Nessun’allerta generale, dunque, ma solo ritiro precauzionale per evitare possibili danni.

Leggi anche –> Mondo del cinema in lutto: morto il celebre attore a soli 41 anni

Leggi anche –> Tragedia immane in famiglia: uccide tutti poi il drammatico finale

Il motivo ufficiale del richiamo che come detto riguarda solo quei lotti è di: “Rischio grave per la salute dei consumatori per pericolo salmonella enteritidis”. Si tratta di uno degli agenti batterici più frequenti negli alimenti, che può portare alla salmonellosi. Infezione che può provocare vomito, diarrea e dolori addominali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.