Massima attenzione a questa truffa: svuotano il conto corrente. Come evitarla

Circola una tipologia di truffa particolarmente subdola che i malintenzionati possono usare per colpirci. Attenti al telefonino.

smishing sventata truffa
Smishing sventata truffa Foto dal web

Smishing, l’ennesima truffa che va a tutto danno di malcapitati quanto incauti utenti. Un caso è stato scoperto da parte della polizia di Terni e da quella di Orvieto e ha permesso alle forze dell’ordine di fare scattare le manette nei confronti di quattro persone.

Nei loro confronti ci sono diversi capi di accusa tutti riconducibili al reato di truffa, dopo che questi hanno circuito una donna per l’appunto attuando lo smishing. Si tratta di una tecnica che fa leva su dei messaggi di testo sms all’apparenza innocui ma il cui scopo è quello di carpire le informazioni personali della vittima.

In questo modo i malintenzionati riescono ad ottenere facilmente i dati sensibili della persona che intendono colpire, ed in poco tempo sono in grado di svuotarle l’intero conto corrente.

In questo caso specifico le autorità hanno riscontrato una avvenuta truffa ai dani di una donna, la quale si è vista sottrarre ben 9mila euro dal suo conto corrente postale. La sfortunata di turno era stata ingannata con la tecnica dello smishing.

Truffa odiosa, come agiscono i malintenzionati: non aprite nessun link

Un messaggio ricevuto sul suo telefono cellulare la invitava a cliccare su di un link contenuto in un sms ricevuto e che riportava la comunicazione riguardo alla necessità di aggiornare i protocolli di sicurezza della carta di credito da lei detenuta.

Leggi anche: Tragedia in strada: scontro fatale auto monopattino. Morto 34enne

Invece né Poste Italiane né l’istituto finanziario che aveva erogato la suddetta carta di credito centravano qualcosa con tutto ciò.

Leggi anche: Accoltella e uccide la moglie prima dell’udienza: i dettagli della drastica condanna

A completare l’opera ci ha pensato una telefonata ricevuta da una finta operatrice di Poste Italiane, facente parte della banda di malintenzionati, che si è fatta dare senza problemi i codici della carta.

Leggi anche27enne uccisa dal vicino di casa: svelati i dettagli di un omicidio inspiegabile

Foto dal web

Fortunatamente la polizia ha individuato questi ladri, denunciandoli tutti. Questo episodio serve per fare da monito a tutti a non aprire messaggi da numeri sconosciuti o che si spacciano per enti ufficiali, né tanto meno a cliccare sui link in essi contenuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *