Tragedia assurda, assassinata nel giardino di casa: il triste accaduto

Una tragedia assurda quella accaduta la scorsa notte, i familiari sono ancora sotto shock. Scopriamo cosa è successo.

Tragedia assurda
Carabinieri sul luogo della tragedia (Screenshot Instagram)

Una vicenda pazzesca che sta facendo il giro del web: una notizia terribile che ha lasciato senza parole gli abitanti di Villaggio Brollo di Solaro, nell’hinterland milanese, uno dei Comuni del Parco delle Groane.

Si tratta di un territorio devastato dalla criminalità organizzata, dove da tempo ormai i sindaci si stanno battendo per sconfiggere il dilagante fenomeno dello spaccio di droga.

E proprio in questo periodo post chiusure e restrizioni, che eventi del genere si verificano con maggiore frequenza, esponendo al rischio la quotidianità dei cittadini che nulla hanno a che vedere con queste realtà.

E’ il caso della tragedia assurda accaduta ad una famiglia della provincia di Milano. Il triste episodio è avvenuto nel giardino della loro abitazione.

–> LEGGI ANCHE Tragedia in polizia, agente decide di farla finita e si suicida: i tristi dettagli

Margot uccisa dai venditori di morte: famiglia afflitta dal dolore

Si chiamava Margot ed era il cane di una famiglia residente nella piccola frazione di Villaggio Brollo di Solaro, in provincia di Milano. Il povero animale è morto dopo aver ingerito un panetto di droga lanciato dai pusher. Questi, probabilmente inseguiti dalle forze dell’ordine, hanno gettato il bottino che è poi finito nel giardino dell’abitazione.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Dante Cattaneo (@dantecattaneo)

Per Margot, che faceva da guardia, non c’è stato nulla da fare. Il cane, che era un incrocio tra un pastore maremmano e un Rottweiler, è morto sotto gli occhi sconvolti della padrona, Alessia. Il drammatico episodio è stato denunciato sui social dalla donna.

–> LEGGI ANCHE Dimentica la bimba in auto, la tata la ritrova morta dopo 7 ore: assurdo

–> LEGGI ANCHE Antonio Rossi colpito da infarto durante una gara: le sue condizioni

A rendere pubblica la vicenda è stato Dante Cattaneo, vicesindaco di un comune nelle vicinanze, da tempo impegnato nella lotta allo spaccio di droga nell’area del Parco delle Groane. Cattaneo ha voluto postare sulla sua pagina Facebook la lettera ricevuta da Alessia. Un dolore immenso che ha colpito tutta la comunità dell’hinterland milanese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *