Il direttore della Nazionale cantanti vuole querelare Aurora dei The Jackal

Non si placano le polemiche dopo il presunto atto sessista ai danni di Aurora Leone: la replica di Gianluca Pecchini.

Aurora (screenshot instagram)

I fatti intercorsi durante la cena di squadra della Nazionale Cantanti prima della Partita del Cuore continuano a far notizia sui giornali ed in tv. Gianluca Pecchini, l’ormai ex direttore generale della Nazionale Cantanti, ha detto la sua.

Intervistato da Selvaggia Lucarelli per TPI, Pecchini ha voluto puntualizzare che la montagna di fango che lo ha travolto, oltre che inattesa, è assolutamente ingiustificata.

Infatti Pecchini, padre di tre figlie femmine, non aveva assolutamente idea di chi fossero Aurora e Ciro dei The Jackal quando li ha invitati ad alzarsi da tavola. Tuttavia, non è questo il punto su cui ha tenuto a discolparsi.

Aurora doveva cambiare tavolo? “Ma figuriamoci…”

Andiamo con ordine. Innanzitutto Gianluca Pecchini ha chiarito di essere stato lui a proporre la terna arbitrale femminile, ed ha respinto con sdegno le accuse di sessismo.

Il punto è che le accuse non sono tanto legate al fatto di aver chiesto ai due di alzarsi, perché per quanto assurde le regole e i riti scaramantici di una squadra esistono e vanno rispettati, ma che Pecchini avrebbe autorizzato Ciro a restare in quanto maschio.

Aurora dei The Jackal (screenshot instagram)

Su questo, Pecchini proprio non ci sta.

Ma figuriamoci, ho invitato entrambi a spostarsi. Guardi che quella sera a un altro tavolo c’era pure un grosso imprenditore che avrebbe giocato l’indomani con l’altra squadra. Non era neppure lui al tavolo con i cantanti ed era un uomo

Insomma, Pecchini avrebbe chiesto a Ciro e Aurora di alzarsi solamente perché avrebbero giocato coi Campioni della Ricerca, e quindi con l’altra squadra, e non per altri motivi.

VEDI ANCHE—> Carla Fracci, ecco quando saranno trasmessi i funerali su RaiUno

Pur riconoscendo di essere stato un po’ brusco, come a volte gli capita, ha quindi rigettato le accuse. Anzi, ha dichiarato di essere pronto a querelare Aurora Leone.

VEDI ANCHE—> Treviso, si suicida giovanissimo sotto il treno: i dettagli della tragedia

Loro sono gestiti da Vincenzo Piscopo, l’editore di Fanpage. Piscopo chiama due volte il responsabile di sala per protestare del trattamento riservato a Ciro e Aurora. Non voglio dire cose che a questo punto ci diremo in altre sedi, perché io querelerò entrambi. Ho sperato che dicessero la verità, ma non l’hanno fatto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *