Harry e Meghan si separano dalla Casa Reale e si danno all’alcool: come i Brangiolina

Ecco cosa bolle in pentola dopo la separazione dalla Casa Reale. Harry e Meghan come i Brangiolina.

Cosa bolle in pentola nell’ultima ora di telegiornali e quotidiani locali che si occupano delle vicende della Royal Family di Londra?

Harry e Meghan

Potrebbe essere ancora prematuro, ma, il progetto potrebbe andare in porto quanto i fan, meno se lo aspettano. Parliamo dei cosiddetti duchi di Sussex, ovvero Harry e Meghan, fuggitivi in Canada, ai tempi dei litigio con il resto della Casa Reale.

Secondo da quanto si apprende da fonti vicine ai Sussex, la coppia potrebbe aver cambiato i progetti futuri a livello abitativo. Harry e Meghan, spiega la biografa, Penny Bianchi, molto amica di Oprah Winfrey si sarebbero trasferiti in una zona più vicina alla California.

L’intento della coppia è quello di far riprendere vita ad un noto brand, lasciato all’intenzione da Meghan, quando la modella si è legata ufficialmente alla Casa Reale: “The Tig”, da cui derivava il nome di un noto vino italiano, “Il Tignanello”

I progetti per il futuro di Harry e Meghan

All’indomani della separazione con il resto dei membri della Casa Reale, i duchi dei Sussex, Harry e Meghan hanno iniziato una nuova vita. Nelle ultime ore si vocifera sul loro conto che, una vecchia passione della modella potrebbe riprendere vita.

Si tratta del “Tig”, l'”affare” imprenditoriale che Meghan coltivava nel periodo pre-Windors.

Costretta ad abbandonare il brand per ovvi motivi, la principessa è pronta, insieme a suo marito a ricalcare le orme della coppia Angelina-Pitt, a costituzione del brand “Brangelina“. “Non sarei affatto sorpresa se i duchi di Sussex prendessero questa strada con il loro arrivo nei dintorni della California”.

LEGGI ANCHE —–> Gianni Morandi, avete mai visto la sua casa? La villa è immersa in un paradiso

LEGGI ANCHE —–> Silvia Toffanin, dove abita con Pier Silvio? La casa toglie il fiato

Potremmo vedere, dunque, Harry e Meghan gestire un nuovo brand di vini con un’etichetta tutta loro. Un’impresa, dunque, nel settore degli alcolici ma non solo. La scelta dei Sussex di trasferirsi in quella zona degli Stati Uniti D’America, infatti, è dettata non solo dalla passione verso i vigneti ma anche verso gli alberi da ulivo, proprio come accadde per i “Brangelina”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *