Va a trovare la figlia al cimitero, ma al ritorno non trova più nulla: derubata

Un indegno gesto da parte di alcuni facinorosi colpisce alle spalle la giovane madre che si era recata dalla figlia al cimitero: la vicenda

Va a trovare la figlia al cimitero, ma al ritorno non trova più nulla: derubata
Polizia (Getty Images)

E’ proprio il caso di dirlo, “Non c’è più religione“. Un’affermazione che ritorna di moda nella vicenda che vi stiamo per raccontare. Essa non ha nulla a che vedere con i dettagli della tragicità, ma indifendibile, di fronte ad un gesto, il cui significato alle spalle era importantissimo ai fini sociali.

Così, una giovane madre, rimasta orfana della figlia, deceduta o scorso agosto, a causa di una malattia rara in Italia, durante la giornata di ieri è stata derubata di alcune “sorprese” a lei molto care. Gli inquirenti sono a lavoro per cercare di ricostruire la dinamica, dopo che la donna ha sporto denuncia, spiegando la dinamica dell'”incidente”.

La madre di Lavinia si era recata al cimitero, per andare a trovare la figlia defunta, ma al suo ritorno all’auto parcheggiata in strada, fuori la struttura non ha potuto credere ai suoi occhi

LEGGI ANCHE —–> Ignazio Moser, spavento dopo l’incidente: ha perso sangue

Donna derubata nei pressi del cimitero: era andata a trovare la figlia

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Alessandro Bussi (@bussi.it)

Nella giornata di ieri, una giovane madre di nome Federica si era recata al cimitero per andare a pregare la figlia di soli nove anni, scomparsa prematuramente a causa di una malattia. Si tratta della “mucolipidosi 2”, dei quali casi registrati in Italia ve ne sono stati soltanto 5.

In Italia, i medici non hanno ancora sperimentato alcun farmaco per combattere una malattia degenerativa, che conduce lentamente alla morte. Lavinia l’ha contratta lo scorso anno ed ora le sue spoglie sono custodite in “pace”, nei sotterranei del cimitero della sua città natale.

Mamma Federica, ieri era andata a fare visita alla sua tomba, prima di completare il percorso di consegna di ben 60 uova pasquali, da dare in beneficenza per sostenere l’Ospedale Pediatrico “Braccio di Ferro”, RFE di Padova. Al ritorno verso la sua auto ha trovato i finestrini frantumati e neanche più un uovo all’interno.

LEGGI ANCHE —–> Incidente fatale per un escursionista: era parente del boss dei boss

La famiglia di Federica si è detta letteralmente indignata, siorattutto sui social. Nel frattempo, la nonna di Lavinia ha già fatto sapere che per continuare la campagna di beneficenza per la lotta contro queste forme di malattia sarà disposta a partecipare al prossimo pellegrinaggio di Santiago De Compostela, lungo 300 km

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *