Nunzia De Girolamo: «questa è mia figlia Gea»

“Non riesco a farci nulla: nella vita sono soprattutto una mamma”. Queste sono le parole espresse da Nunzia De Girolamo quando ha raccontato delle sue irrazionali paure venute con la nascita della figlia Gea.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Nunzia De Girolamo (@nunzia.degirolamo)

«Da otto anni non so cosa significhi andare a letto e riposare senza interruzioni», dice Nunzia de Girolamo. Da quanto è nata sua figlia Gea, otto anni fa, riconosce di essere stata più apprensiva del dovuto ed essersi fatta prendere da mille paure irrazionali.
Ma, piena di orgoglio, dichiara di essere prima di tutto una madre.

Dal 13 febbraio conduttrice di Ciao Maschio, Nunzia De Girolamo è una donna estremamente brillante e sicura di sé, un avvocato con la passione per la politica, deputata in due legislature e ministro delle Politiche agricole del governo Letta, oggi è un’opinionista televisiva.

Per una donna votata alla carriera e alla realizzazione personale, diventare una madre di famiglia è stata una scelta che ha sorpreso anche le persone più vicine a lei.
Nunzia De Girolamo, quando conobbe l’attuale marito e ministro per gli Affari regionali e le Autonomie Francesco Boccia, nei 2009, non aveva in programma un matrimonio e dei figli. La priorità per entrambi, in quel periodo, era il lavoro e le soddisfazioni che ne derivavano.

All’età di 36 anni, invece, la donna ha sentito una mancanza nella propria vita e il bisogno di avere un figlio, per l’esattezza una bambina a cui dare il nome Gea, appellativo greco per la Terra. Nunzia confessa anche che ai tempi dell’università aveva iniziato a scrivere un libro, la cui protagonista portava proprio quel nome. Rappresentava la versione di lei più sensibile e delicata, caratteristiche che teneva celate al fine di emergere lavorativamente.
Ha aggiunto anche una romantica confessione a questa dichiarazione: quando conobbe il suo attuale marito, si trovavano politicamente su opinioni opposte e inizialmente si sono nascosti. Lui l’aveva salvata in rubrica sotto il nome di Gea e si erano ripromessi che un’eventuale figlia avrebbe proprio avuto quel nome.

Nunzia De Girolamo e la decisione di diventare madre che ha spiazzato tutti

Da quando è diventata madre, Nunzia De Girolamo ha fatto tutto il possibile per essere presente a casa e per sua figlia. Descrive sua figlia Gea come una bambina molto autonoma e impegnata dal punto di vista intellettuale.
Esprime anche le caratteristiche che la differenziano da lei, come l’essere più vivace e vanitosa. Oggi stanno combattendo la timidezza della bambina. Nunzia gliel’ha presentata come un muro da abbattere con un grande martello.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Nunzia De Girolamo (@nunzia.degirolamo)

 

Leggi anche -> Ezio Greggio straziato dai danni della malattia: l’appello sui social

Perché una figlia era l’ultima cosa che i familiari di Nunzia De Girolamo si aspettavano da lei?
Nunzia si descrive come un maschiaccio, poco attenta a sottolineare la sua femminilità e la sua presunta bellezza, concentrandosi in altri aspetti della vita. A Ballando con le stelle ha saputo dimostrare la sua sensualità ma ringrazia il suo maestro Raimondo Todaro, che, a detta sua, le ha insegnato a scoprire e mostrare il suo lato più femminile.

Circondata da sempre da amici maschi, Nunzia De Girolamo si ritroverà infatti a condurre Ciao Maschio, un viaggio nell’universo maschile dove sarà l’unica donna. Tutt’altro che insicura, la donna confessa che per lei sarà un’importante occasione di confronto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *