Saman Abbas, ultima ora: “Purtroppo è proprio lei”

Ultime notizie sul caso della giovane pakistana Saman Abbas: arriva la triste conferma sui resti trovati nelle campagne di Novellara.

Saman Abbas – Ultimaparola.com

Arriva l’epilogo più drammatico sul caso della scomparsa di Saman Abbas, la giovane pakistana della quale non si avevano notizie da oltre un anno e mezzo. Epilogo peraltro che appariva già nei giorni scorsi abbastanza scontato. Non ci sono infatti più dubbi che i resti ritrovati nelle campagne di Novellara nelle scorse settimane appartengono proprio alla ragazza scomparsa.

La conferma è arrivata nella giornata di oggi da parte dell’avvocato Barbara Iannucelli, che a nome dell’associazione Penelope – che come noto si occupa di persone scomparse – è parte civile nel processo che comincerà a febbraio a carico di cinque persone.

Il dramma di Saman Abbas: cosa è successo alla ragazza

Saman Abbas – Ultimaparola.com

Sul banco degli imputati, con l’accusa di omicidio e soppressione di cadavere, ci sono anche i genitori della ragazza: il padre Shabbar Abbas è in carcere in Pakistan ed è in attesa di sentenza di estradizione; della madre Nazia si sono perse le tracce, ma secondo gli inquirenti sarebbe ancora nascosta nel suo Paese di origine. Sul banco degli imputati, ci sono altri tre familiari di Saman.

Tra loro, lo zio della ragazza, Danish Hasnain, che è stato arrestato all’estero e dopo mesi di omertà ha confessato, rivelando il posto dove la nipote è stata sepolta dopo essere stata giustiziata. Il drammatico e orrendo delitto familiare, che sarebbe legato al rifiuto della giovane di un matrimonio combinato, si sarebbe consumato la notte della scomparsa, il 30 aprile 2021.

LEGGI ANCHE –> “Ho ucciso mia figlia”: Saman Abbas, svolta nel caso. Arriva la confessione

Come noto, solo dopo diversi giorni dalla sparizione venne lanciato l’allarme e la famiglia ha sempre parlato di allontanamento volontario, fino ai primi arresti e alle prime conferme. Il cadavere della giovane, in avanzato stato di decomposizione, è stato riconosciuto grazie a un’anomalia dentaria. Peraltro, dai primi risultati dell’autopsia, sembra prendere corpo l’ipotesi di strangolamento.

LEGGI ANCHE –> Saman Abbas, sparita nel nulla la madre Nazia: “Non è qui”

Un delitto tremendo, quello di Saman Abbas, che se le accuse venissero confermate si rivelerebbe figlio di una cultura patriarcale e retrograda, capace di spingersi a uccidere un proprio familiare, se questi si ribella o rifiuta questo tipo di cultura. Sulla morte della giovane, oggi è intervenuta Giorgia Meloni: “Sia fatta giustizia per una giovane innocente che voleva solo vivere la sua libertà”, sono state le sue parole su Twitter.