Eurovision Song Contest 2022, la sorpresa per il trionfatore: il premio della vittoria non ha eguali

Eurovision è arrivato alle battute finali. Questa sera il gran galà di chiusura e il vincitore. In cosa consisterà il premio? Scopriamolo.

Eurovision, festival europeo
Eurovision ( foto instagram)

Eurovision Song contest è un festival della musica internazionale. L’idea venne all’Unione Europea ed è in mondovisione. La sua storia si rifà al dopoguerra quando la televisione iniziava a farsi largo nella società.

L’intento della manifestazione canora era quella di riunire dopo tanto attrito i vari paesi d’Europa. Nulla di meglio c’era se non la musica che unisce. Il paese che ne usciva vincitore avrebbe ospitato l’Eurofestival a sua volta.

Sono ormai passati anni e anni e nel 2022 la gara porta l’impronta italiana. Grazie alla vittoria del festival di Sanremo lo scorso anno si sono esibiti i Maneskin. Il quartetto formato da giovani ventenni ha sbancato e stravinto.

Eurovision guadagni, cosa percepisce chi risulterà vincitore

E’ di diritto italiano il palco dove in questi giorni sta avvenendo la competizione. Torino è la base e i presentatori sono la bravissima stella Laura Pausini, Alessandro Cattelan sempre più qualificato e Mika.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Eurovision Song Contest (@eurovision)

Le esibizioni di queste due serate sono state elettrizzanti. Ogni paese ha portato in gara il gruppo con la canzone da eseguire. Uno spettacolo che convince grazie anche allo share. I dati di ascolto sono più che soddisfacenti.

I tre presentatori sono perfetti nel ruolo e Laura fa impazzire con i suoi cambi di outfit. L’emozione è in primo piano; ancora non ci si crede che l’Italia ha avuto questo onore grazie alla vittoria dei ragazzi romani lo scorso anno.

Il mega festival ha proposto una scenografia pazzesca per dirla come Cristiano Malgioglio che vivacizza il tutto alla radio. Un’esplosioni di luci e coreografie scoppiettanti e uno sguardo addolcito verso la tribolata Ucraina.

I pezzi esibiti sono convincenti e anche il Made in Italy ha fatto il suo bel figurone. Il camaleontico Achille Lauro non ha deluso le aspettative con i suoi look stravaganti anche se non ha passato il turno.

In realtà la manifestazione ha un ordinamento molto curioso per quando concerne il vittorioso finale. Una curiosità che forse non tutti erano a conoscenza. Quanto percepirà il vincitore dell’Eurovision?.

Un bel…niente! Ecco come esordisce l’ufficio stampa della gigantesca messa in opera del festival:

Il vincitore si esibirà ancora una volta e porterà a casa l’iconico trofeo del microfono di vetro. Il paese vincitore avrà tradizionalmente l’onore di ospitare il prossimo Eurovision Song Contest.

Quindi niente monete ma solo il lustro e l’onore di avervi partecipato. Naturalmente a favore sussiste una grande visibilità e pubblicità personale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.