La Vita in diretta, Barbara Alberti lapidaria: le parole colpiscono Matano

Ospite a La Vita in diretta, Barbara Alberti si è lasciata andare ad un commento tutt’altro che positivo con Alberto Matano, che resta esterrefatto

Alberto Matano
Alberto Matano (screenshot instagram)

Questo è quanto accaduto oggi a La vita in diretta di Alberto Matano. Ospite, come spesso accade al programma che ci accompagna nel corso del pomeriggio di Rai Uno, Barbara Alberti.

Fra gli argomenti toccati nel corso di questo pomeriggio, ovviamente, l’epidemia di coronavirus.

Stavolta, in particolare, si è tratta della questione dei vaccini.

In particolare è stata aperta una discussione sui vaccini e sull’imminente estate.

L’Unione Europea, infatti, ha già iniziato a redigere la green pass documento che dovrebbe permettere ai cittadini dell’Unione di viaggiare.

Anche per questo, da più tempo a questa parte, il nostro Paese si sta muovendo per concludere almeno il primo ciclo di vaccinazioni prima della stagione estiva.

Entro agosto, addirittura, il governo conta che avrà già vaccinato il 60 % della popolazione più a rischio.

Barbara Alberti, però, non riesce a nascondere il suo disappunto. Con un mal celato tono polemico, non soltanto condivide la sua opinione con il pubblico, ma colpisce il giornalista, lapidaria.

Alberto Matano, infatti, a proposito del green pass le chiede se il fatto che sia valido solo per coloro che abbiano già fatto il vaccino non sia una discriminazione.

Senza pensarci due volte l’Alberti controbatte: “Non si tratta di discriminazione, per forza: uno è contagioso e l’altro no.”

LEGGI ANCHE -> Valeria Fabrizi in lacrime da Francesca Fialdini: le parole commuovo il pubblico

Barbara Alberti lapidaria a La Vita in diretta

Cosa pensa realmente Barbara Alberti della situazione vaccini e dei buoni propositi del governo da qui all’estate?

Da qui ad agosto noi vecchi facciamo in tempo a morire tutti”, afferma piccata.

Aggiunge, inoltre, che a suo avviso è già stato perso troppo tempo: quella dei vaccini dovrebbe rappresentare una lotta al virus, non un servizio in funzione delle vacanze estive in giro per l’Europa.

Io non sono tanto fiduciosa su questo fatto che si facciano davvero i vaccini in tempo. In tempo per cosa?” si chiede.

Lo sappiamo com’è fatta l’Alberti: l’opinionista dice ciò che pensa. E noi oggi non possiamo che essere d’accordo con lei.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *