Can Yaman, parole pungenti dal collega: “C’è competizione fra noi”

Pierpaolo Spollon, ospite oggi dalla Fialdini, lancia parole pungenti sul collega Can Yaman, con cui lavora a Che Dio ci aiuti…

L'attore Pierpaolo Spollon nel 2011
L’attore Pierpaolo Spollon nel 2011 (Getty Images)

Di gavetta ne ha fatta tanta, basta vedere il volto da ragazzino che mostrava alla sessantottesima mostra del cinema di Venezia nel 2011, ma oggi Pierpaolo Spollon è davvero ovunque.

“Praticamente lavora solo lui è ovunque” come ha detto oggi Francesca Fialdini che lo ha ospitato nel suo Da noi a ruota libera, programma del tardo pomeriggio della domenica di Rai Uno.

Indispettito l’attore ha commentato “La smettiamo di dire sempre questa cosa che mi state gufando!”

A ben vedere, però, da un po’ di tempo a questa parte è difficile trovare una sola produzione fra i successi di Rai Uno alla quale non abbia preso parte Pierpaolo Spollon neppure per una stagione o un cammeo in puntata.

Ne L’allieva con Alessandra Mastronardi interpretava proprio il fratello della protagonista, la sua Alice; in DOC è uno dei medici, collega del personaggio di Luca Argentero.

Continua ad indossare il camice bianco in Che Dio ci aiuti, in cui lavora a stretto contatto con Diana Del Bufalo, volto storico della fiction, con la quale lo vediamo apparire nella foto pubblicata da lui stesso su Instagram.

In questi giorni, invece, lo stiamo vedendo nella produzione internazionale Leonardo, con Matilda De Angelis e Giancarlo Giannini: sembra davvero essere un momento iper fruttuoso.

La Fialdini, però, è riuscita a toccare un tasto dolente dell’attore: il suo collega Can Yaman.

LEGGI ANCHE -> Daniele Scardina racconta la sua verità su Diletta Leotta

La competizione con il collega Can Yaman


Attore di fama internazionale, ragazzo dalla bellezza stravolgente e, attualmente, fidanzato della giornalista sportiva Diletta Leotta: questa è la vita del collega Can Yaman con cui, confida Spollon, c’è un po’ di competizione.

L’attore aveva già pubblicato su Instagram, fra il serio e il faceto, la storia che avete appena visto, alla cui descrizione appare una citazione ironica indirizzata al collega.

“Ma che ne sa can yamacancan… Giusto per ricordarvi chi é il vero sex symbol di #chediociaiuti6
#maschioitaliano raccogli sti spiccioli Can..”

Come se non bastasse, oggi ha dedicato da Francesca Fialdini parole pungenti al collega.

“Mi ha fatto molto piacere che non sia stato citato il turco (Can Yaman) perché c’è competizione tra di noi. L’ultima volta ha fatto una battuta sul foulard che ce l’ho ancora qui!

Realtà o finzione?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *