La previsione di Bill Gates per il futuro: le prossime minacce per l’umanità

Il co-fondatore della Microsoft, l’imprenditore americano, Bill Gates annuncia le prossime catastrofi che colpiranno l’umanità

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Bill Gates (@thisisbillgates)

Noto come il più grande filantropo e programmatore informatico del nostro secolo, Bill Gates si espone spesso, in questo periodo di difficoltà, a predizioni future per la nostra umanità. Già nel lontano 2015 aveva messo in allerta la popolazione mondiale, circa l’arrivo di una bio-epidemia. Che poi si sarebbe verificata appena quattro anni dopo, con l’esplosione del coronavirus.

Le abilità intellettuali di Bill non si fermano, però alla prima “creatura” informatica, ma spaziano anche tra i fenomeni naturali, mai vissuti così intensamente dall’uomo sul pianeta. Parlò di un virus respiratorio che avrebbe messo in serie difficoltà il futuro del mondo. Nonchè di decimazione di una popolazione, ignara di una catastrofe di proporzioni mondiali. Che solo nei film di fantascienza pensava potesse verificarsi.

Basta pensare alla pellicola perdifiato di “Contagion” del 2011, dove protagonisti e comparse si accasciavano di fronte ad un’inarrestabile malattia. Trasmessa dal paziente 1 al mondo intero con una semplice stretta di mano

Bill Gates, altri possibili “disastri” nel dopo Covid-19

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Bill Gates (@thisisbillgates)

La fine del coronavirus rafforzerebbe la mente dell’uomo,ulteriormente ispirato dal far prevalere la ccuriosità e mettere a dura prova le proprie abilità. Circa la creazione di qualcosa di straordinario. E’ questa la “morale” di pericolosità che il grande programmatore informatico, Bill Gates denuncia nell’immediato futuro.

L’ingegnosità e il tentativo di non fermarsi alla prima scoperta, ma approfondire le ricerchè porterà, secondo l’americano, la Terra all’incontro di due possibili minacce. Il coronavirus farebbe da “apripista”, prima di tutto ad un cambiamento del clima. “Nei prossimi anni ci sarebbero, dunque ancora più vittime di quante ne abbia create il Covid-19” –  dichiara il filantropo in un’intervista.

Poi toccherà al “bioterrorismo”, provocare altre pandemie in giro per il mondo. La creazione e la reazione anche di soli due composti chimici da provetta potrebbero essere fatali per il futuro della Terra. Si tratterebbe di un affronto a “Madre Natura”, quasi una provocazione dopo l’ascesa del virus naturale della SARS Cov 2.

Le probabilità che accada una cosa del genere sono riconducibili alle spiegazioni di cui sopra. Se il “buongiorno” di Bill lo si è visto già dal “primo mattino”. Allora non resta che sperare per un futuro, lontano dalle minacce umane e dall’ambiente in generale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *