mercoledì , marzo 20 2019
Breaking News
Home / Inter / Inter-Frosinone: l’asse Keità Martinez funziona

Inter-Frosinone: l’asse Keità Martinez funziona

L’Inter reagisce subito alla sconfitta pesante subita a Bergamo, grazie all’asse Keita-Laurato Martinez batte per 3-0  il Frosinone e ottiene 3 punti importanti per aprire il ciclo che la vedrà affrontare Tottenham Roma e Juventus.

Anche se contro la penultima della classe San Siro si veste a festa per il ritorno in campo dell’Inter dopo la sosta delle nazionali. Spalletti rivoluziona la formazione: con Bozovic squalificato, fuori Vecino, Icardi, Miranda e Perisic per dar spazio a De Vry, Keita, Gagliardini e Lautaro Martinez.

L’Inter approccia bene la gara, possesso palla e controllo del gioco tengono il Frosinone nella propria metà campo e già dopo solo 2′ minuti d’Ambrosio di testa impegna Sportiello alla parata bassa. Sono le prove al vantaggio nerazzurro che arriva subito dopo. Prima è Lautaro Martinez che, pescato bene da Politano, gira di ti testa a colpo sicuro impegnando Sportiello; ma l’estremo difensore non può nulla sul sinistro di Keità che, servito dall’argentino conclude a rete dopo aver disorientato due difensori. Le scelte del tecnico di Certaldo hanno dato i suoi frutti, la squadra è vivace, corre, e arriva sempre prima dell’avversario sul pallone. Ne consegue un tiro al bersaglio da parte dei nerazzurri: Martinez vuole sfruttare l’occasione e da fuori area impegna il portiere ospite all’intervento in angolo.

La ripresa comincia sempre con i nerazzurri padroni del campo, tiro di Politano fuori di poco. Al 60′ il senegalese si ricorda di essere in debito con l’argentino, dalla sinistra pennella un cross che Martinez, con uno stacco imperioso batte Sportiello e porta i nerazzurri sul 2-0. Tutto troppo facile per la compagine milanese che prima di andare sul 3-0, interno destro di keita Balde aveva sfiorato la rete ancora con Politano, buona la sua prova, e con  Martinez sostituito da Icardi a 10 minuti dal termine.

TOP:

Keita e Lautaro Martinez (Inter): Fin qui Luciano Spalletti non ha dato molto spazio ai due giocatori, ma quando sono entrati hanno sempre dimostrare di poter essere utili alla causa. Dopo gli impegni delle nazionali il tecnico di Certaldo li ha inseriti dal primo minuto e i due giocatori hanno risposto con una prestazione maiuscola. Per il senegalese due reti e un assist mentre per l’argentino un gol e un assist. Presenti

Sportiello (Frosinone): Tre reti subite ma potevano essere molte di più. Il giocatore nato a Desio ha fatto di tutto per tenere il passivo della sua squadra nei limiti accettabili. Incolpevole sui tre gol.

FLOP:

Nainggolan (Inter):Non è negli migliori condizioni e lo si vede, prova a dare il suo contributo nel centrocampo inedito schierato da Spalletti, ma il belga fa fatica negli inserimenti, non è prorompente come ad inizio campionato. L’infortunio rimediato nel derby non è ancora stato smaltito, serve il miglior Ninja per superare Tottenham Roma e Juventus. Convalescente

Squadra Frosinone: Il divario è troppo elevato ma la squadra vista stasera è apparsa troppo arrendevole, se vuole conquistare la salvezza deve lottare con un intensità maggiore. Arrendevoli

 


INTER-FROSINONE 3-0
MARCATORI: 
10′, 82′ Keita, 57′ Lautaro Martinez

INTER: 1 Handanovic; 33 D’Ambrosio, 6 De Vrij, 37 Skriniar, 18 Asamoah; 5 Gagliardini, 20 B. Valero; 16 Politano (82′ 87 Candreva), 14 Nainggolan (71′ 15 Joao Mario), 11 Keita; 10 Lautaro (77′ 9 Icardi). In panchina: 27 Padelli, 8 Vecino, 13 Ranocchia, 23 Miranda, 44 Perisic.

Allenatore: Luciano Spalletti

FROSINONE: 57 Sportiello; 6 Goldaniga, 15 Ariaudo, 25 Capuano, 17 Zampano, 66 Chibsah, 24 Cassata (56′ 5 Gori), 88 Crisetig, 33 Beghetto (71′ 2 Ghiglione), 9 Ciofani, 89 Pinamonti (77′ 29 Campbell). In panchina: 22 Bardi, 3 Molinaro, 4 Vloet, 8 Maiello, 11 Perica, 23 Brighenti, 27 Salamon, 31 Besea, 32 Krajnc

Allenatore: Moreno Longo

Arbitro: Pairetto. Assistenti: Di Vuolo – Rocca. Quarto uomo:Ghersini. VAR: Mariani, assistente Longo.

Note
Spettatori: 63.645
Ammoniti: Crisetig (F), Asamoah (I), Beghetto (F), Cassata (F)
Corner: 11-0
Recupero: 1°T 1′, 2°T 3′.

About Dario Trione

Check Also

Inter alla prova Camp Nou

Stasera torna la Champions League  con lo scontro al vertice tra Barcellona e Inter valido …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *