sabato , gennaio 19 2019
Breaking News
Home / Inter / Icardi di rigore e di Var

Icardi di rigore e di Var

Dopo l’amaro pareggio contro il Psv, che ha costretto i nerazzurri a retrocedere in Europa League, la gara contro l’Udinese ha mostrato che gli uomini di Spalletti sono apparsi ancora convalescenti.

I nerazzurri sono chiamati a reagire subito visto che nelle ultime 7 gare hanno portato a casa solo 1 vittoria, un ruolino di marcia non adatto per una squadra che a settembre era stata proclamata, forse in maniera troppo frettolosa, la vera anti Juve del campionato.

La banda Spalletti cerca in continuazione di fondare sulle fasce: da una parte Vrsaljko e Politano dialogano bene ma senza ai creare potenziali pericoli alla porta di Musso. Dalla sinistra agisce la coppia Asamoah insieme a Keità, ed è proprio il giocatore ghanese a creare l’occasione più nitida per passare in vantaggio: dalla sinistra un tiro cross dal fondo impegna Musso che è costretto a respingere d’istino, la sfera sulla carambola sul destro di Brozovic che tira fuori.

Ci prova Borja Valero ad impensierire il portiere friulano ma le conclusioni dello spagnolo escono lontane dalla porta. Ma è sempre dalla sinistra che arrivano i pericoli: Asamoh mette un pallone preciso per Borja Valero che di testa manda fuori da pochi metri. L’inter continua a costruire con Brozovic che distribuisce palloni in continuazione, ma da una parte Versaliko e dall’altra Asamoah, quando arrivano a ridosso dell’aria friulana non trovano compagni liberi da innescare. Keità e Politano non sembrano in giornata, spesso si trovano lontano dall’argentino e la manovra, quando arriva alla trequarti, non trova sbocchi.

L’Udinese, venuta a Milano solo per strappare un punto, ha lasciato per tutta la partita il pallino del gioco ai nerazzurri pensando solo a chiudere gli spazi. Nei primi minuti della ripresa gli uomini di Nicola provano a sorprendere i nerazzurri: prima è De Paul che tira alto da buona posizione, successivamente il piattone di Avast finisce di poco alla sinistra di Handanovic.

L’Inter è sempre in pressione, l’allenatore di Certaldo toglie uno spento Boria Valero inserendo Martinez dietro ad Icardi. Proprio il capitano argentino ha sulla testa la palla del vantaggio: servito da Keità dalla sinistra il centravanti non inquadra la porta da pochi metri.

Spalletti le prova tutte, toglie Keità e inserisce Perisic, aumenta il potenziale offensivo, ma la manovra continua a non decollare e l’occasione arriva da calcio d’angolo: Skriniar si lamenta di un tocco di mano di Fofana, Abisso richiamato dal Var si reca al monitor e assegna il rigore. Dal dischetto Icardi  trasforma con un cucchiaio che non lascia scampo a Musso. L’argentino va in rete una seconda volta, Lautaro Martinez dalla destra crossa per Icardi che, partendo da posizione irregolare, trasforma con un colpo di testa in tuffo.

Davanti alla prima di Marotta l’Inter ottiene la vittoria, si prende 3 punti importanti e costringe Milan, Lazio e Roma a rispondere immediatamente.

 

 

Inter (4-3-3): Handanovic, Vrsaljko, De Vrij, Skriniar, Asamoah, Borja Valero (10′ st Lautaro Martinez), Brozovic, Joao Mario, Politano (39′ st Nainggolan), Icardi, Keita (24′ st Perisic) (27 Padelli, 13 Ranocchia, 23 Miranda, 33 D’Ambrosio, 5 Gagliardini, 87 Candreva). All.: Spalletti.

Udinese (3-5-2): Musso, Stryger, Ekong, Nuytinck, Ter Avest (47′ st Vizeu), Fofana (40′ st Machis), Behrami, Mandragora, D’Alessandro, Pussetto, De Paul (22 Scuffet, 88 Nicolas, 2 Wague, 4 Opoku, 7 Pezzella, 14 Micin, 21 Pontisso, 72 Barak, 99 Balic, 15 Lasagna). All.: Nicola.

Arbitro: Abisso.

 

Check Also

Mauro Icardi

Icardi si prende il derby

All’ultimo respiro, quando il pareggio sembrava accontentare tutti, Maurito Icardi approfitta di una disattenzione di Musacchio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *