mercoledì , marzo 20 2019
Breaking News
Home / Sport / EuroMilan non si ferma più!

EuroMilan non si ferma più!

Al Milan basta un autorete di Lirola per mettere la freccia e superare l’inter al terzo posto in classifica. Un risultato merito del lavoro di Gattuso che ha saputo plasmare e trasmettere la giusta determinazione a tutti i componenti della rosa. La cessione di Higuain con i rispettivi  innesti di Piatek e Paquetà hanno portato qualità e fisicità che hanno permesso ai rossoneri di rendere la manovra molto più fluida. Unica pecca la prestazione di Suso che ancora non riesce ad incidere come dovrebbe fare un giocatore considerato un campione.

Primo quarto d’ora del match povero di occasioni, anche per merito di un Sassuolo che pressa molto alto ed impedisce al Milan di fare la partita che vorrebbe. Momento di grande commozione al minuto numero tredici, quando una foto nel maxischermo e lo speaker dello stadio ricordano la morte di Astori ad un anno del tragico evento, accompagnati da un lungo applauso da parte dei settantamila di San Siro e degli stessi giocatori.

Il primo sussulto della partita è merito della squadra ospite, quando Lirola trova bene in area Djuricic che cerca il colpo da biliardo mirando all’angolino a cui però si oppone un super-Donnarumma che con un grande riflesso sventa il pericolo. Il rischio sveglia il Milan, che nei minuti successivi comincia a farsi vedere più spesso nella metà campo avversaria, soprattutto con Paquetà e Suso, che sembra più ispirato del solito.

La pressione porta i suoi frutti e i rossoneri trovano il goal del vantaggio su palla inattiva. Mischia in area su calcio d’angolo e Lirola, nel tentativo di anticipare Musacchio, mette il pallone alle spalle di Consigli. Lo svantaggio non toglie morale al Sassuolo, che invece dopo il goal subito costruisce due grandi occasioni. Il protagonista è Boga, il migliore dei suoi, che supera Donnarumma con un bel tiro a giro che per sua sfortuna va a stamparsi sul palo. Poco dopo è sempre lui a partire in velocità in contropiede e mettere il pallone in rete, ma partendo da una netta posizione di fuorigioco.

Prima del doppio fischio c’è tempo ancora per un’emozione, quando Berardi su punizione impegna severamente l’estremo difensore rossonero, costretto alla parata in due tempi. Le squadre vanno quindi negli spogliatoi con il Milan in vantaggio per una rete a zero.

Nell’intervallo De Zerbi carica i suoi giocatori che entrano in campo più convinto e determinato a raggiungere il pareggio. Gli emiliani alzano il pressing e occupano stabilmente la metà campo rossonera.

Var protagonista al 20′ minuto: Kessie lancia lungo un pallone senza nessuna pretesa, Consigli valuta male il tempo dell’uscita e si fa goffamente scavalcare dal pallone, Piatek, che aveva seguito l’azione, anticipa il portiere emiliano che lo tocca leggermente sulla spalla  prima di lasciarsi cadere a terra. Dopo aver rivisto l’episodio l’arbitro Valeri conferma il rosso diretto all’ex portiere atalantino.

Sugli sviluppi della punizione Suso calcia contro la barriera e la sfera termina in angolo. Il Sassuolo in dieci non demorde ma in dieci lascia campo ai rossoneri che vanno vicino al raddoppio con Kessie che da solo davanti a Pegolo non riesce a concretizzare. Capovolgimento di fronte e ci prova Matri ma Donnarumma respinge. Ancora il giocatore ivoriano protagonista, dopo essersi liberato di Demiral spara alto sopra la traversa.

About Dario Trione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *