venerdì , febbraio 22 2019
Home / Sport / Milan / Chiesa manda il diavolo all’inferno

Chiesa manda il diavolo all’inferno

La Fiorentina sbanca San Siro grazie ad una invenzione di Chiesa che dalla sinistra, con un tiro potente non lascia scampo a Donnarumma. Il Milan sembra giocare senza convinzione, nel primo tempo la squadra allenata di Gattuso avrebbe anche meritato il vantaggio ma gli uomini rossoneri non sono stati bravi a concretizzare le occasioni avute.

Partita molto tattica quella che hanno preparato i due allenatori, la Fiorentina approccia meglio la gara contro un Milan che Gattuso ha dovuto inventarsi tutto il centrocampo dopo l’assenza in extremis di Bertolacci. I viola sono messi bene in campo, non lasciano spazi mantenendo un buon possesso di palla. La squadra di Pioli prova con Simeone, schierato al centro dell’attacco, a non lasciare punti di riferimento alla a Zapata e Romagnoli ma senza mai impensierire Donnarumma.

Passati vento minuti senza correre rischi, i rossoneri prendono le distanze  e creano almeno 3 palle nitide per passare in vantaggio. Prima è Calhanoglu che dopo aver vinto un rimpallo, non c’entra la porta da buona posizione. Dagli sviluppi di un angolo ci prova Rodriguez da fuori aerea, il tiro dello svizzero è potente e preciso ma Lafont vola sulla sua destra e salva in angolo. A fine primo tempo ancora è ancora il turco a sfiorare il vantaggio ma questa volta a salvare la porta viola ci pensa Milenkovic sulla linea.

La partita non è vibrante ma i rossoneri meriterebbero il vantaggio, già al 7′ minuto Suso si beve in un colpo solo due giocatori viola e calcia sul primo palo ma ancora una volta Lafont respinge di pugno. Pochi minuti dopo ancora Suso protagonista, lo spagnola crossa per Higuain, l’argentino di testa costringe il portiere viola alla deviazione in angolo.

Gattuso prova a vincerla, fuori Jose Mauri e Casillejo dentro Cutrone e Laxalt. I cambio non da i frutti sperati, il Milan senza l’italo argentino perde equilibrio, la squadra si abbassa e di conseguenza la manovra ne risente. Proprio nel momento peggiore del Milan la fiorentina va in vantaggio nella sua prima occasione: Chiesa dalla sinistra punta e salta Abate, si sposta il pallone sul destro e con un tiro preciso da fuori area batte Donnarumma sul secondo palo. Preso il gol a freddo, Gattuso le prova tutte: fuori Abate dentro Conti osannato dal pubblico.

Sul finire ancora Rodriguez a sfiorare la rete: tiro cross di Suso, lo svizzero di testa costringe Lafont a deviare sopra la traversa. La partita termina con la vittoria viola che si porta ad un punto proprio dai rossoneri che, nelle ultime tre partite contro Torino, Bologna e Fiorentina hanno collezionato  due miseri punti. Gattuso da babbo Natale forse se ne aspettava qualcuno in più.

 

Fonte foto: acmilan.com

 

About Dario Trione

Check Also

Gattuso, scelta vincente

Ancora tutto da vedere in merito alla conferma della partecipazione del Milan alla prossima Europa …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *